spazzolatura-a-secco

SPAZZOLATURA A SECCO: I BENEFICI DEL DRY BRUSHING

Conosci la spazzolatura a secco? Scopri in questo articolo come, perché e quando fare il dry brushing per sentirti subito più energico e ritornare a vedere la tua pelle luminosa!

La spazzolatura a secco, o dry bushing, è una tecnica di auto-trattamento completa, facile ed efficace per prendersi cura ogni giorno sia della nostra pelle che della buona funzionalità di tutto l’organismo.

A COSA SERVE LA SPAZZOLATURA A SECCO

La pelle è l’organo più grande che abbiamo ed è fondamentale mantenerla perfettamente funzionante, proprio come facciamo con gli altri organi. 

Non mi riferisco solamente ad un fattore estetico, sicuramente importante e che ci fa sentire a nostro agio quando siamo con le altre persone, ma soprattutto alle funzioni biologiche che la cute svolge quotidianamente.

La pelle, insieme a fegato, reni, polmoni e colon, è uno degli organi emuntori. Ovvero preposti all’eliminazione delle tossine dal corpo. 

Pensa che è in grado di espellere circa 1/3 delle tossine

Capiamo subito quindi che i motivi della cura di questo organo a volte trattato solo per motivi estetici vanno ben oltre ad un semplice fattore legato alla bellezza. E certamente è vero d’altra parte che se siamo puliti e disintossicati anche l’aspetto esteriore ne giova.

La spazzolatura a secco permette con un unico e semplice gesto di trattare sia le funzioni primarie che svolge la pelle che gli inestetismi come la cellulite.

Si tratta di frizionare per 5 – 10 minuti al giorno tutto il corpo con un’apposita spazzola in fibre naturali, eseguendo i movimenti che ti indicherò alla fine dell’articolo.

Con questo facile gesto quotidiano potrai vedere enormi benefici sotto ogni punto di vista, non solo estetico.

Ecco perché la spazzolatura a secco non è uno scrub o peeling convenzionale. È molto di più. 

Perché il dry brushing coinvolge il benessere della persona nella sua totalità, senza soffermarsi all’aspetto esteriore, seppur migliorando anch’esso.

LE FUNZIONI DELLA PELLE

La pelle è un complesso sistema di terminazioni nervose, ghiandole e strati di cellule che servono a proteggere l’organismo dagli attacchi esterni e a regolare la temperatura corporea. 

Grazie alle terminazioni nervose permette il senso del tatto e l’interazione con l’ambiente esterno. Mentre grazie alle ghiandole sebacee e sudoripare rende possibile l’eliminazione dei prodotti di scarto e delle tossine in eccesso.

Leggi anche: Pelle: scopri la struttura e le sue funzioni

Se la pelle è ricoperta di cellule morte un’ovvia conseguenza è la sua impossibilità di respirare e di proseguire il suo lavoro di disintossicazione dalle sostanze nocive. Questa condizione a lungo andare provoca uno stato infiammatorio, lasciando una porta aperta alle malattie.

Il body brushing diventa quindi un ottimo strumento alla portata di tutti per promuovere la corretta eliminazione delle tossine tramite i linfonodi, stimolando appunto il sistema linfatico.

SPAZZOLATURA A SECCO – AYURVEDA

La spazzolatura a secco è in realtà una tecnica conosciuta e praticata da millenni fin dagli antichi Greci, ma anche in Oriente e nei paesi scandinavi. 

Nella società occidentale è stata introdotta dall’abate tedesco Sebastian Kneipp, da tutti conosciuto come il padre dell’idroterapia.

Nella medicina ayurvedica questo massaggio a secco viene chiamato Garshana ed è generalmente eseguito con guanti di seta. 

Il dry brushing è particolarmente adatto alle costituzioni Kapha, proprio perché smuove il ristagno dei liquidi a cui tendono le persone con questo dosha dominante.

Per lo stesso motivo il periodo migliore per praticare la spazzolatura a secco secondo l’Ayurveda è la primavera, epoca di Kapha in cui si manifestano i ristagni accumulati durante la stagione più fredda.

Tuttavia è consigliato per tutti i dosha effettuare Garshana ogni giorno, proprio per promuovere una corretta disintossicazione da Ama (tossine). I cambiamenti stagionali, i pesticidi nei cibi, l’eccesso di zucchero e farine raffinate…  Tutto ciò porta ad un accumulo di tossine nell’organismo. La spazzolatura a secco è importante per drenare il sistema linfatico rendendolo perfettamente in grado di svolgere il suo compito: eliminare le tossine.

Nel caso di costituzione Vata è assolutamente necessario eseguire un automassaggio Abhyanga dopo la pratica di Garshana, per ristabilire il film idrolipidico della cute.

Questo massaggio andrebbe eseguito comunque per tutte le costituzioni: l’importante è eseguirlo utilizzando gli oli vegetali più adatti.

Per sapere quali sono gli oli essenziali e vegetali migliori per la tua costituzione puoi scaricare gratuitamente la mia guida Oli essenziali femminili e Ayurveda dove ti parlo anche della pratica dell’automassaggio e ti suggerisco gli oli più adatti ai tre dosha.

I BENEFICI DELLA SPAZZOLATURA A SECCO

La pratica quotidiana del dry brushing comporta moltissimi benefici a tutto l’organismo.

Vediamoli più in profondità.

Stimola il sistema linfatico

Il sistema linfatico è il deputato all’eliminazione delle tossine e delle sostanze di scarto. 

Il fluido che scorre è costituito da acqua, proteine, cellule adipose e globuli bianchi provenienti dai tessuti del corpo, insieme a tutti i rifiuti prodotti dalle cellule, tossine, batteri e virus che l’organismo deve espellere. 

Centinaia di migliaia di canali linfatici sono responsabili di raccogliere i residui dei tessuti e di trasportarli verso il sangue per la loro eliminazione (questo processo si chiama drenaggio linfatico). Il fluido linfatico deve essere necessariamente depurato attraverso i linfonodi, i quali lavorano intrappolando virus e batteri che vengono quindi distrutti dai linfociti.

Il sistema linfatico però non possiede una pompa che possa aiutare questo fluido a scorrere tra i canali linfatici, come invece accade per il sangue nel sistema circolatorio grazie al cuore. 

Se il fluido linfatico si blocca finisce quindi per ristagnare nei linfonodi, infiammandoli e intossicandoli.

La congestione linfatica può portare a conseguenze molto gravi. 

Grazie alla spazzolatura a secco possiamo stimolarla e smuovere questi ristagni, disintossicando l’organismo dalle tossine accumulate con il tempo.

Riduce la cellulite

La pratica quotidiana del dry brushing permette di smuovere i depositi di grasso sotto cutaneo riducendo notevolmente la cellulite e prevenendola.

Favorisce la rigenerazione cutanea

Trattandosi di un vero e proprio massaggio a secco, il dry brushing permette di eliminare facilmente le cellule morte, pulendo i pori e permettendo finalmente alla pelle di tornare a respirare. 

Di conseguenza, la cute apparirà più tonica, liscia e sarà anche più ricettiva ad assorbire oli e creme che possono essere applicati dopo la spazzolatura a secco.

Per lo stesso motivo è una valida tecnica per prevenire la comparsa delle smagliature ed eliminare i fastidiosi peli incarniti.

Migliora la circolazione sanguigna

Grazie ai movimenti ascendenti, dal basso verso l’alto in direzione del cuore, con la spazzolatura a secco stimoli anche la circolazione del sangue.

Riduce lo stress

Tutti conosciamo molto bene quanto un massaggio possa rilassare non solo il corpo, ma anche la mente. 

Il body brushing è in grado di fare altrettanto. Imparare a concedersi 5 – 10 minuti al giorno per eseguire questo massaggio a secco, magari mettendo della buona musica e facendolo seguire da un automassaggio Abhyanga arricchito con oli essenziali per poi dedicarsi ad una doccia può davvero fare la differenza in termini di rilassamento. 

Non tutti i giorni possiamo concederci questo piccolo lusso purtroppo. Ma dedicare pochi minuti anche solo per la spazzolatura a secco prima della doccia può diventare un grande regalo che possiamo fare a noi stessi.

Dona energia

Con la spazzolatura la circolazione linfatica viene stimolata, le cellule morte e le tossine vengono eliminate. È facilmente comprensibile perché dopo aver eseguito il dry brushing ci si possa sentire più energici e vitali

Riattivando i canali e smuovendo i ristagni si riattivano anche le energie sottili, migliorando il tono dell’umore

È anche per questo motivo che il momento ideale per praticare questa tecnica è al mattino prima della doccia, per iniziare la giornata con la giusta carica.

COME SI FA LA SPAZZOLATURA A SECCO?

L’obiettivo principale della spazzolatura a secco è indirizzare la linfa verso i linfonodi, che si trovano nella zona ascellare, inguinale, nel collo e nell’addome. Per cui è importante eseguire dei movimenti che rispettino la circolazione linfatica per ottenere un buon risultato. E cioè sempre nella direzione del cuore, dal basso verso l’alto.

La pelle deve essere completamente asciutta.

Inoltre devi munirti di una spazzola apposita fabbricata con setole naturali (la trovi online o nei negozi specializzati). Le setole dovrebbero essere dure, ma non esageratamente rigide, e l’impugnatura in legno. Puoi usare una spazzola con il manico lungo in modo da raggiungere facilmente la zona della schiena.

Di seguito ti lascio le istruzioni per eseguire la spazzolatura a secco nel modo corretto:

1. Parti dalla pianta del piede destro, che è il punto più lontano dal cuore. I movimenti devono essere ampi e lineari. Spazzola sempre dal basso verso l’alto, mai nel senso opposto. Dai piedi passa alle caviglie, quindi ai polpacci e poi sali sulle cosce, fino ai glutei. Qui dovremmo portare la circolazione verso i linfonodi dell’inguine, quindi la direzione della spazzolatura dovrebbe essere sempre dal basso verso l’alto e quindi verso l’inguine, e non il contrario.

2. Spostati sulle braccia e parti a spazzolare dalle mani ai gomiti e quindi fino alle ascelle. Poi passa dal collo verso le spalle. Qui devi indirizzare la spazzolatura verso i linfonodi ascellari.

3. Passa al torace e alla pancia spazzolando sempre in direzione del cuore. La pancia va spazzolata quindi verso l’alto mentre il petto verso il basso. Nel basso ventre effettua movimenti circolari in senso orario per stimolare la peristalsi intestinale.

4. Infine passa alla schiena, spazzolando la regione lombare dal basso verso l’alto e la regione delle scapole dall’alto verso le ascelle.

Ogni spazzolata deve essere ripetuta più volte, esercitando una leggera pressione ma non eccessiva per non creare lesioni alla pelle. 

Al termine della pratica è normale che la cute sia leggermente più rosata e che provi un certo formicolio. È un buon segno, significa che hai eseguito i movimenti correttamente e hai riattivato la circolazione!

Se invece ti ritrovi con abrasioni o una sensazione di pelle irritata, fermati subito e riprova con una pressione più leggera su una zona del corpo intatta.

E la spazzolatura a secco per il viso?

Puoi effettuare il dry bushing sul viso utilizzando una spazzola destinata a questa zona, che dovrà quindi avere delle setole più morbide. Non utilizzare la stessa spazzola che usi per il resto del corpo per non rischiare di irritare questa zona così delicata.

Per effettuare la spazzolatura sul viso esegui movimenti circolari delicati e piccoli, evitando la zona del contorno occhi.

MA QUANDO FARE DRY BRUSHING?

Il momento più indicato per eseguire la spazzolatura a secco è sicuramente al mattino prima della doccia. Questa tecnica infatti ti permette di risvegliare l’energia e di aumentare il tono sia fisico che mentale.

Nessuno però ti impedisce di spazzolarti alla sera per liberarti dalla pesantezza accumulata durante il giorno.

Dovresti effettuare il body brushing tutti i giorni, anche due volte al giorno per ottenere migliori risultati.

L’ideale è eseguire la spazzolatura a secco prima di un auto massaggio e della doccia, in modo da promuovere ulteriormente l’eliminazione delle tossine e di eliminare immediatamente le cellule morte dalla pelle.

CONTROINDICAZIONI DELLA SPAZZOLATURA A SECCO

In realtà tutti possono eseguire questo massaggio a secco, che a costo praticamente zero ci dona una moltitudine di effetti positivi non solo a livello estetico, ma anche e soprattutto interno.

L’unica accortezza è di evitare le zone con pelle infiammata, ferita o danneggiata, ad esempio con eczema, psoriasi, vene varicose. 

Il risveglio della circolazione linfatica e sanguigna pian piano farà migliorare anche le zone colpite da queste patologie.

IN CONCLUSIONE

Grazie alla spazzolatura a secco puoi migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, promuovere la rigenerazione cellulare e l’eliminazione delle sostanze di scarto e delle tossine.

In questo modo la tua pelle risulterà fin da subito più luminosa e tonica e potrai prevenire o alleviare le condizioni di eczema, psoriasi e acne.

E tu, esegui la spazzolatura a secco tutti i giorni?

Se ti è piaciuto questo articolo fammelo sapere condividendolo nei social!

Un abbraccio di luce positiva!

Deborah

Lascia un commento