ribes-nero-proprietà-e-utilizzi-del-cortisone-naturale

RIBES NERO PROPRIETÀ E UTILIZZI DEL CORTISONE NATURALE

Se non conosci le proprietà del Ribes nero per la salute, ti consiglio di leggere questo articolo, dove approfondiremo tutti i benefici e controindicazioni del Ribes nigrum e come possiamo utilizzarlo al meglio per sfruttarne le proprietà benefiche.

Ribes nero pianta

Il Ribes nero (nome scientifico Ribes nigrum L.), particolarmente ricco di vitamina C e flavonoidi, è una pianta che appartiene alla famiglia botanica delle Saxifragaceae.

Si tratta di un arbusto che cresce spontaneamente nel centro e nord Europa e in Asia. Arriva a raggiungere 1,5 m di altezza e presenta rami spinosi e foglie larghe e dentate ai bordi, con ghiandole profumate e aromatiche sulla parte inferiore.

I fiori, poco appariscenti, si fanno vedere a primavera inoltrata e appaiono piccoli e raggruppati. In seguito alla fioritura si sviluppano poi le profumate e piccole bacche dal colore intenso nero-violaceo e ricche di semi.

Le parti utilizzate a scopi terapeutici, ma anche cosmetici e nella produzione dei liquori, sono le foglie, le gemme, i frutti e i semi.

Cerchiamo ora di capire le proprietà del Ribes nero in base alle diverse parti che si possono utilizzare.

Principi attivi nel Ribes nero

Nelle foglie:

  • Flavonoidi (tra cui rutina, quercetina, kaempferolo)
  • Olio essenziale in tracce
  • Tannini
  • Diterpeni
  • Triterpeni
  • Proantocianidine
  • Acidi fenolici
  • Enzimi
  • Sali minerali (potassio, fosforo, rame, zinco, magnesio)

Nei frutti:

  • Flavonoidi
  • Antociani
  • Vitamina C (acido ascorbico)
  • Acidi organici
  • Sali minerali
  • Mucillagini

Nelle gemme:

  • Flavonoidi
  • Vitamina C
  • Amminoacidi (arginina)

Nei semi:

  • Acidi grassi polinsaturi (in particolare linoleico, gamma e alfa linoleico, oleico)
  • Vitamina E (alfa-tocoferolo)

Ribes nigrum proprietà curative

Con le varie parti della pianta di Ribes nero si possono ricavare diversi estratti fitoterapici, ciascuno con le sue peculiarità, modi d’uso e impieghi.

In particolare, possiamo ricavarne: l’infusione (dalle foglie), la tintura madre (Ribes nigrum gocce, dalle foglie), il Ribes nigrum macerato glicerico (o gemmoderivato, dalle gemme) e l’olio di Ribes nero (dai semi).

In commercio si trovano anche preparati sotto forma di estratto fluido o estratto secco.

Ma vediamo ora il Ribes nigrum a cosa serve, quali sono i campi di utilizzo e i diversi benefici in base ai vari preparati.

Infuso e tintura madre (foglie)

L’infuso di Ribes nero e la tintura madre risultano avere le seguenti proprietà:

  • diuretiche
  • depurative
  • antinfiammatorie
  • antireumatiche
  • toniche
  • astringenti

L’infuso si prepara versando acqua bollente sulla droga (1 cucchiaio di foglie secche per una tazza di acqua) e lasciando coperto in infusione per 10 minuti. Quindi si filtra e si bevono circa 2 – 3 tazze al giorno.

L’infuso, così come il Ribes nero tintura madre, può essere impiegato per:

  • alleviare dolori articolari e reumatismi
  • migliorare la naturale risposta allo stress
  • aiutare a controllare la diarrea e gli episodi di cistite
  • supportare il fegato in caso di intossicazione
  • trattare le infezioni a carico delle vie respiratorie
  • promuovere la diuresi (ottimo quindi per cellulite e ritenzione idrica grazie alla sua azione diuretica)

Inoltre le foglie possono anche essere utilizzate direttamente sulla pelle in caso di punture d’insetto, sfregandole delicatamente. In alternativa si può fare un impacco freddo impregnando un pezzo di stoffa nell’infusione e applicandolo su zone pruriginose, con foruncoli o piaghette.

In caso di infiammazioni del cavo orale si può utilizzare lo stesso infuso per fare sciacqui e gargarismi.

La posologia del Ribes nigrum tintura madre è generalmente di 30 gocce per 2 – 3 volte al giorno, diluite in poca acqua.

Per quanto riguarda l’estratto fluido e l’estratto secco, la posologia deve seguire il parere del medico curante e/o quanto riportato dal produttore dell’integratore.

Ribes nero gemmoderivato (macerato glicerico dalle gemme)

Il macerato glicerico di Ribes nigrum ha proprietà:

  • antiallergiche e antistaminiche
  • immunostimolanti
  • antinfiammatorie
  • analgesiche
  • protettive vascolari

Non è un caso che il Ribes nero sia anche conosciuto con il nome di cortisone naturale. L’impiego del gemmoderivato vede infatti il campo d’azione principale su tutti i fenomeni allergici.

In particolare, il Ribes nero macerato glicerico può essere sfruttato per:

  • ridurre le sindromi allergiche respiratorie (come rinite e asma per via della sua azione simil-cortisonica dovuta alla stimolazione delle ghiandole surrenali)
  • calmare dolori e infiammazioni sia acute che croniche
  • alleviare congiuntiviti, dermatiti, orticarie ed eczemi
  • stimolare preventivamente l’organismo per attivare i meccanismi di protezione contro gli attacchi di virus e batteri (ottimo se usato come metodo di prevenzione per l’influenza stagionale)
  • supportare il microcircolo e alleviare il fastidio delle gambe pesanti
  • sollevarsi in caso di stanchezza eccessiva (stimola la resistenza alla fatica)
  • contrastare infezioni e infiammazioni a carico dell’apparato genito-urinario, respiratorio e digerente

Il macerato glicerico si utilizza generalmente con un dosaggio pari a 50 gocce per due volte al giorno, diluite in poca acqua.

Leggi anche: Come aumentare le difese immunitarie con rimedi naturali.

Olio di Ribes nero (semi)

Questo olio, ottenuto dai semi contenuti nelle bacche, risulta avere proprietà:

  • antinfiammatorie (soprattutto a livello cutaneo)
  • ipocolesterolemizzanti
  • antiossidanti
  • antiaggreganti piastriniche
  • vasoprotettrici
  • ipotrigliceridemizzanti

L’impiego dell’olio di Ribes nigrum vede ampio spazio sia a livello topico che interno. In particolare può essere utilizzato per:

  • tutte le infiammazioni della pelle (acne, dermatite, eritema, rosacea, psoriasi e couperose)
  • diminuire i sintomi della sindrome premestruale e della menopausa
  • rallentare l’invecchiamento
  • varici, emorroidi, fragilità capillare
  • prurito
  • alti livelli di colesterolo e trigliceridi

Esternamente puoi sfruttare le proprietà del Ribes nero aggiungendo qualche goccia di olio alle creme abituali oppure anche miscelandolo con altro olio vegetale per potenziare l’azione antinfiammatoria sulla pelle. Ottimo anche per la cute molto secca e matura grazie al suo apporto di preziosi antiossidanti.

A proposito, se ti interessa il mondo dell’autoproduzione cosmetica e vuoi approfondire alcuni argomenti basici e imparare a realizzare delle ricette semplici ma stimolanti, puoi dare un’occhiata alla nostra Agenda Cosmetica. Per conoscere tutti i dettagli fai click sul seguente link: Cosmetik Agenda.

Per uso interno solitamente si trovano in commercio le perle (per il dosaggio consultare quanto riportato dal produttore).

Succo di Ribes nero (frutti)

I frutti di Ribes nero sono ricchi di preziosi antiossidanti che svolgono sull’organismo le seguenti azioni:

  • vasoprotettiva
  • leggermente lassativa
  • rinfrescante
  • protettiva della vista

Il succo di Ribes nero può quindi essere assunto principalmente per:

  • contrastare problemi di insufficienza venosa, fragilità capillare, emorroidi, varici
  • migliorare la vista

Si può assumere un cucchiaino di succo diluito in poca acqua al mattino a digiuno.

Ribes nigrum posologia consigliata

Il dosaggio consigliato per ogni tipologia di preparato a base di Ribes nero deve essere seguito in base alla problematica da risolvere, allo stato generale di salute e alle eventuali patologie in corso.

In tal caso è necessario consultare il proprio medico curante e seguire scrupolosamente le indicazioni che il produttore dell’integratore mette a disposizione.

Ribes nero controindicazioni

Generalmente alle dosi indicate i preparati a base di Ribes nero non hanno controindicazioni, ma è comunque necessario prestare attenzioni in condizioni particolari o in caso di patologie.

Questi preparati possono infatti interferire con alcuni medicinali e anche causare degli effetti collaterali indesiderati.

Per questo motivo è necessario rivolgersi sempre al medico di base, anche se si tratta di rimedi naturali, soprattutto se vi sono patologie in corso o se si assumono farmaci.

In generale, i preparati a base di Ribes nigrum sono da evitare:

  • durante la gravidanza e l’allattamento
  • in caso di emorragie (in quanto il Ribes nero rallenta la coagulazione, aumentando il rischio di sanguinamento e la formazione di lividi)
  • a ridosso di un intervento chirurgico (sempre perché rallenta la coagulazione)
  • allergie a qualche componente
  • in caso di assunzione di farmaci diuretici, con cui potrebbero interferire
  • se si soffre di ipertensione bisogna prestare attenzione soprattutto per quanto riguarda il gemmoderivato che è leggermente ipertensivo
  • in caso di ipotensione bisogna prestare invece attenzione alle foglie che abbassano la pressione.

In ogni caso è bene rivolgersi al medico se si soffrono di questi disturbi prima di assumere questi preparati.

Ulteriori consigli

Per quanto tempo si prende Ribes nigrum? Dunque, la posologia indicata in termini generici dipende dal tipo di preparato e dal motivo per il quale si intende iniziare una terapia con questo rimedio fitoterapico.

In ogni caso, visto che si tratta di un prodotto naturale è necessario tenere a mente che ci vorrà più tempo rispetto ai medicinali affinché faccia effetto. Ad esempio se pensiamo di usare il Ribes nero per allergia, quindi in qualità di antistaminico naturale, dovremmo tener presente che il macerato glicerico dovrebbe essere assunto per un periodo di tre mesi per poter essere davvero efficace.

Infine, se ti stai chiedendo se il Ribes nigrum fa ingrassare, ti tranquillizzo subito dicendoti che come tutti i frutti rossi anche questo portento della natura contiene davvero poche calorie: un motivo in più per non farselo mancare!

Se hai trovato utile questo articolo su usi e proprietà del Ribes nero, sostienici condividendolo sui social o lasciandoci un commento 🙂

Un abbraccio di luce positiva!

Deborah

Lascia un commento