prezzemolo-scheda

PREZZEMOLO

PREZZEMOLO: DALLA SEMINA ALLA RACCOLTA

Il prezzemolo è un’erba aromatica diffusa in tutta l’Europa meridionale e utilizzata moltissimo in cucina. Conosciuta fin dai tempi più antichi, il nome botanico è pretoselium crispum e fa parte della famiglia delle apiaceae .

È una pianta biennale che ama le temperature miti e potrebbe non sopravvivere ad una gelata in inverno.

Il suo uso è molto diffuso sia in cucina che come rimedio naturale. É infatti ricco di vitamine (A-K-C-B), contiene flavonoidi, beta-carotene, acido folico, calcio, potassio, ferro.  Il prezzemolo stimola l’appetito e aiuta la digestione, è un potente antidiuretico e ha una funzione depurativa. Grazie alla vitamina C e ai flavonoidi ha una funzione protettiva e antiossidante.

Per uno spunto in cucina leggi: Salsa al prezzemolo

Leggi anche: Maschera viso anti macchie al prezzemolo

COME SI COLTIVA IL PREZZEMOLO

Il seme di prezzemolo germina a una temperatura non inferiore ai 15°. Si semina quindi in semenzaio a fine inverno per poi trapiantare in giardino o nell’orto un mese dopo. Per la semina diretta invece si può piantare da primavera fino a Luglio. Per la semina consiglio la Luna Crescente quando si trova in una costellazione di Acqua. Molto favorito il segno dello Scorpione. Per il trapianto sfrutta la Luna Crescente, ma in una costellazione di Terra. Particolarmente favorita la Vergine.

SESTO D’IMPIANTO

I semi di prezzemolo vanno posti in superficie e ricoperti con pochi millimetri di terra. Non sarà necessario diradare le piantine poiché non hanno bisogno di molto spazio tra l’una e l’altra e formeranno un cespuglio che favorirà anche la raccolta. Se invece trapianti le piantine lascia uno spazio di 10 cm una dall’altra.

TERRENO ADATTO E NECESSITA’ DEL PREZZEMOLO

Questa pianta cresce bene in mezz’ombra e se coltivata in una zona soleggiata sarebbe meglio ombreggiarla nei mesi più caldi. Io normalmente la semino tra le file di pomodori, in modo tale da avere il sole pieno all’inizio della coltura per poi avere un’ombreggiatura naturale fatta dalle alte piante di pomodoro durante i mesi più caldi. Il prezzemolo non ha particolari esigenze di terreno, si potrà arricchire con un po’ di sostanza organica e tenere sempre bagnato il terreno. Il prezzemolo si adatta bene a tutti i tipi di terreno, ma predilige un un ph compreso tra il 6 e il 7.

CONSOCIAZIONI NELL’ORTO

Il prezzemolo sta bene vicino a quasi tutte le altre piante, a parte i piselli, la lattuga e le patate. Sta molto bene vicino gli asparagi perché sono due piante che assumono diverse proprietà dal terreno favorendosi vicendevolmente nella crescita. Come detto prima, io lo associo al pomodoro e mi trovo molto bene.

MALATTIE CHE COLPISCONO IL PREZZEMOLO

La malattia che colpisce il prezzemolo è la Cercospora che provoca l’ingiallimento delle foglie e la Peronospera. Data la facilità di coltivazione di questa pianta consiglio comunque di estirpare le piantine ammalate o tagliare la parte interessata da malattie piuttosto che cercare di curarla.

I principali parassiti sono gli Afidi.

RACCOLTA

Quando le piantine avranno raggiunto i 20 cm di altezza si potrà già tagliare la parte superiore della pianta lasciandone circa un paio di centimetri per dare la possibilità alla pianta di ricrescere. 

Per la raccolta consiglio in tutti i casi la Luna Crescente in fase ascendente.

CONSUMO E CONSERVAZIONE

Quando si trova nella costellazione dello Scorpione si potrà essiccare per conservare e utilizzare a tuo piacimento.

Per quanto riguarda il consumo fresco consiglio la raccolta in concomitanza con una costellazione di Acqua.

Tieni presente che se la temperatura non scende al di sotto dei  5° potrai raccogliere prezzemolo fresco per tutto l’anno. Al contrario puoi semplicemente raccoglierlo e riporlo in congelatore in modo da averlo disponibile per tutto l’inverno.

Leggi anche: Prezzemolo: I benefici per la pelle

Se ti interessa sapere il transito lunare nelle costellazioni iscriviti alla newsletter e riceverai subito in omaggio il nostro Calendario Lunare aggiornato.

Un abbraccio di luce positiva!

Alberto

 

Lascia un commento