piselli-proprietà-in-ayurveda-e-occidente

PISELLI PROPRIETÀ IN AYURVEDA E OCCIDENTE

In questo articolo vediamo di scoprire insieme quali sono le proprietà dei piselli paragonando il punto di vista della medicina Ayurvedica e quello della medicina Occidentale.

Alla fine dell’articolo troverai un link per approfondire le proprietà dei piselli anche dal punto di vista della Medicina Tradizionale Cinese

Sui piselli c’è spesso confusione in quanto alcune persone li considerano legumi, mentre altre li annoverano come ortaggi.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza: i piselli sono legumi o verdura?

I piselli sono legumi a tutti gli effetti, in quanto sono fonte di carboidrati complessi, proteine e fibre e possono essere quindi abbinati a cereali e verdure per completare il profilo nutrizionale del pasto.

coupon-sconto-zenstore

Cosa sono i piselli?

I piselli sono i semi contenuti nel baccello che, di fatto, è il frutto della pianta che contiene da 2 a 10 semi dal diametro di poco meno di 10 millimetri. La pianta appartiene alla famiglia delle Fabaceae così come anche ceci, fagioli, fave, lupini e lenticchie e sono tutti accomunati dalla presenza di baccelli.

La pianta è nota fin dalla metà del Settecento come Pisum sativum e la sua nomenclatura deriva da Carl von Linnè, un famoso naturalista svedese che ha strutturato la classificazione scientifica degli organismi viventi.

Il loro sapore dolce e delicato e i valori nutrizionali dei piselli li ha resi un vero e proprio must sulle tavole degli italiani.

Si possono trovare diverse tipologie di piselli in base alla diversa coltivazione (rampicanti, semi rampicanti o nani), o alla modalità con cui si mangiano (i piattoni di cui si mangia anche il baccello) o se hanno il seme liscio o rugoso.

Quelli lisci sono costituiti prevalentemente da amido, mentre quelli grinzosi sono ricchi di zuccheri solubili e amido e risultano quindi più dolci e teneri durante la maturazione.

Piselli valori nutrizionali

I piselli sono completi da un punto di vista nutrizionale in quanto contengono tutti i macronutrienti pur essendo ipocalorici.

Ma vediamo in dettaglio cosa contengono i piselli.

Sono ricchi di vitamina A, C, folati, manganese, potassio, ferro, magnesio, calcio e fosforo. L’elevato contenuto di antiossidanti (polifenoli), permette di tenere a bada il livello di zuccheri nel sangue e quindi i benefici dei piselli si fanno notare anche a livello gastrointestinale e cardiovascolare.

La quantità di acqua che contengono varia tra i 72 e l’80%, proteine e glucidi sono inferiori rispetto agli altri legumi (5,5% proteine e 6,5% glucidi). I lipidi sono estremamente ridotti e pari allo 0,6%, mentre le fibre sono circa il 6,3%.

Quante calorie hanno i piselli? Una buona notizia è che contengono solamente 52 Kcal per 100 grammi, e risultano quindi adatti anche per chi è a dieta.

 Benefici e proprietà dei piselli

  • Le fibre presenti stimolano la motilità intestinale e rafforzano la flora intestinale, prevenendo l’insorgenza di diverse patologie gastrointestinali. I piselli aiutano quindi in caso di stitichezza e anche a riequilibrare la flora batterica.

  • I piselli hanno proprietà diuretiche, toniche ed energetiche.

  • Potassio e magnesio contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo cattivo, oltre a supportare la salute del cuore e del sistema circolatorio.

  • Favoriscono il senso di sazietà e sono particolarmente utili per chi segue un regime alimentare ipocalorico.

  • Grazie ai folati risultano essere un alimento ottimo da consumare in gravidanza e allattamento.

Leggi anche: Acido folico: a cosa serve e in quali cibi trovarlo

Come cucinare i piselli

La raccolta dei piselli freschi avviene in primavera e in estate. Dopo averli preventivamente sgranati, si possono conservare in frigorifero per una settimana al massimo. Oppure è possibile riporli in congelatore in modo da averli disponibili per diversi mesi, scongelando la porzione da consumare al bisogno.

Invece durante gli altri periodi dell’anno si possono consumare i piselli secchi, surgelati o in vasetto di vetro. Sarebbero invece da evitare i piselli in scatola.

La versione secca, una volta cotta, avrà una consistenza cremosa e quindi è ideale per realizzare zuppe o minestre.

I piselli secchi hanno una concentrazione maggiore di proteine e minerali e risultano quindi essere particolarmente adatti agli sportivi e a chi segue un regime alimentare vegano o vegetariano.

I piselli secchi devono essere preventivamente risciacquati e messi in ammollo prima di essere cotti e consumati.

Mentre i piselli freschi si presentano più croccanti e sono adatti nella preparazione di primi piatti (come risotti o per realizzare sughi per condire la pasta) o anche come contorno.

Una cosa che non tutti sanno è che i piselli freschi possono essere consumati anche crudi, come snack proteico o aggiunti a delle insalate. L’importante è limitarsi nelle quantità, perché i piselli crudi possono causare problemi digestivi per via delle sostanze anti-nutrienti che contengono (e che vengono eliminate proprio con la cottura).

Un divertente modo di utilizzare i piselli è anche ricavarne degli ottimi burger vegetali da accompagnare con verdura cruda o cotta. Oppure farne un buon hummus miscelando olio extravergine di oliva, aglio, limone ed erbette aromatiche a piacere, da accompagnare a crostoni di pane integrale tostato.

Piselli controindicazioni

I piselli sono un legume che non ha particolari controindicazioni ed è generalmente adatto e apprezzato anche dai bambini.

Tuttavia bisogna prestare attenzione se si soffre di gotta, per via del loro contenuto di purine.

Proprietà dei piselli in Ayurveda

In Ayurveda i piselli, come tutti i legumi in generale, sono utilizzati per purificare, eliminare le tossine e creare struttura.

Tutto ciò è possibile grazie ai pochi grassi che contengono, ma alle tante fibre e proteine che al contrario apportano.

Vediamo un breve riassunto delle proprietà dei piselli secondo l’Ayurveda:

  • Nome Sanscrito: Saheela
  • Sapore (Rasa): amaro, astringente
  • Energia (Virya): rinfrescante
  • Effetto post-digestivo (Vipaka): piccante
  • Effetto sui tre dosha: equilibrano Pitta e Kapha; possono aggravare Vata

In particolare gli individui Pitta e Kapha possono utilizzare i piselli nelle preparazioni al posto delle lenticchie.

Le costituzioni Vata invece dovrebbero consumarli con moderazione, aggiungendo del burro ghee in cottura per bilanciare il piatto e condendo con aglio. Ancor meglio sarebbe utilizzare i piselli spezzati, che risultano più facilmente digeribili.

Per acquistare i tuoi piselli spezzati fai click qui.

I piselli costruiscono i tessuti, e in particolare il tessuto muscolare (mamsa dhatu). Inoltre rappresentano un cibo rajasico, che stimola mente ed emozioni.

Come usare i piselli secondo l’Ayurveda

Come per tutti i legumi, l’aspetto da tenere in considerazione è la preparazione: se ben cotti infatti, i piselli possono addirittura eliminare i gas intestinali.

Preparati adeguatamente, i piselli riducono la pressione sanguigna, controllano i livelli di zucchero nel sangue, riducono il colesterolo e apportano una grande quantità di fibre durante il pasto.

L’Ayurveda riconosce che i legumi in generale possono effettivamente risultare difficili da digerire, soprattutto se non si è abituati fin da piccoli al loro consumo.

Ecco perché normalmente vengono consigliati quelli spezzati e decorticati (dahl), che sono proprio alla base delle omonime e nutrienti zuppe indiane.

Per aumentarne la digeribilità, la medicina ayurvedica consiglia di associare sempre i piselli, e i legumi in generale, con le giuste spezie. Ad esempio:

  • Vata può usare praticamente tutte le spezie
  • Pitta può arricchire con coriandolo, cumino, menta
  • Kapha può optare per zenzero, aglio, pepe nero, paprica, salvia e timo

In generale è molto comune la combinazione tra piselli e cereali, come il riso basmati.

Infine, ricorda che per riuscire a digerire bene piselli e legumi è necessario avere un agni (fuoco digestivo) molto forte e sviluppato. Se hai difficoltà, opta per i piselli decorticati.

Per aumentare il tuo potere digestivo, prova a masticare un pezzettino di zenzero fresco appena tritato qualche minuto prima di gustare i piselli. Poco alla volta aumenterai il tuo agni e riuscirai a goderti tutti i benefici del pasto!

Per approfondire le proprietà dei piselli secondo la Medicina Tradizionale Cinese fai click qui.

Un abbraccio di luce positiva,

Deborah