olio-essenziale-di-anice

OLIO ESSENZIALE DI ANICE

L‘olio essenziale di anice verde è ottenuto per distillazione in corrente di vapore dei semi della pianta di Pimpinella anisum, appartenente alla famiglia botanica delle Apiaceae. 

I semi di anice sono ampiamente utilizzati in Oriente da tempo immemore per aromatizzare liquori, dolci e biscotti, ma anche come condimento. In India questi semi fanno parte di una particolare miscela che viene usata a fine pasto per favorire la digestione.

L’anice verde non è da confondere con l’anice stellato (Illicium verum), che appartiene ad una famiglia diversa (Illiaciae) e i cui frutti si presentano a forma di stella.

La pianta di anice verde è originaria della zona del Mediterraneo e dell’Asia centrale. I semi ricordano molto quelli di finocchio e il sapore è simile alla liquirizia.

L’anice stellato invece è un arbusto completamente diverso, originario dall’estremo oriente asiatico. Anche in questo caso viene comunque estratto l’olio essenziale.

Questi due oli essenziali hanno in comune alcune proprietà, come ad esempio l’aiuto per i problemi digestivi, ma non sono del tutto uguali.

L’olio essenziale che trattiamo in questo articolo è quello di anice verde.

Il suo aroma è dolce, pulito, simile alla liquirizia.

I BENEFICI DELL’OLIO ESSENZIALE DI ANICE

L’olio essenziale di anice è composto per la maggior parte (fino al 90%) di anetolo, nonché di estragolo e limonene.

Grazie alla sua composizione chimica, questo olio essenziale apporta diversi benefici:

  • Calmante: riesce a rilassare il sistema nervoso e a calmarlo quando è necessario recuperare i pensieri positivi
  • Digestivo e carminativo: grazie all’elevata quantità di anetolo, l’olio essenziale di anice è ampiamente utilizzato per promuovere la digestione, contrastando spasmi allo stomaco, coliche e flatulenze e favorendo la peristalsi intestinale. Ha anche un effetto disintossicante sul fegato
  • Espettorante: è un rimedio ottimale per alleviare la tosse e il muco in eccesso perché riesce a liberare le vie aeree da infiammazioni e congestioni
  • Analgesico: se massaggiato sulla pelle diluito è efficace per alleviare i dolori causati dai crampi, andando a rilassare i muscoli. È molto utile anche per i dolori derivanti dall’artrite e per contrastare i dolori mestruali
  • Galattagogo: stimola la produzione di latte nel periodo dell’allattamento
  • Stimolante: riesce ad aumentare il calore interno del corpo, promuovendo l’eliminazione delle tossine attraverso la pelle
  • Afrodisiaco: è stato utilizzato fin dall’antichità per aumentare il desiderio sessuale e può essere di aiuto in caso di frigidità
  • Antisettico: protegge contro le infezioni e aiuta a pulire e a curare le ferite cutanee. Per lo stesso motivo è ideale se aggiunto a dentifrici e collutori fatti in casa
  • Riparatore dei capelli: rivitalizza il cuoio capelluto e dona lucentezza ai capelli danneggiati, riparando anche le punte. È inoltre ottimo se utilizzato per eliminare i pidocchi

Attenzione: nel caso di uso interno si deve sempre chiedere il parere di un esperto prima dell’assunzione di qualsiasi olio essenziale! Si tratta infatti di prodotti estremamente concentrati che vanno usati con prudenza. 

MODALITA’ DI UTILIZZO

Come tutti gli oli essenziali deve essere sempre diluito in olio vegetale vettore se applicato sulla pelle, mai puro.

  • Diffusore per aromaterapia: è uno dei metodi migliori per utilizzare l’olio essenziale di anice, per ricreare un ambiente calmante dei nervi
  • Suffumigi: metti 2 – 3 gocce in una bacinella di acqua calda e inala i vapori per liberare le vie respiratorie congestionate ed alleviare la tosse
  • Massaggio per dolori di stomaco e crampi addominali: mescola 4 gocce di anice in un cucchiaio di olio di mandorle dolci e massaggia la zona dello stomaco con movimenti circolari. Questo rimedio è utile anche per alleviare i dolori mestruali
  • Contro il catarro: diluisci 2 gocce di anice in un cucchiaino di olio di jojoba e spalmalo sul petto per promuovere l’espulsione del muco in eccesso
  • Come afrodisiaco: fai cadere una goccia di olio di anice sul cuscino prima di coricarti, in modo da creare un ambiente adatto e stimolante per un incontro con il tuo partner
  • Per rinfrescare l’alito: aggiungi un paio di gocce ad un bicchiere di acqua tiepida con cui puoi fare dei gargarismi
  • Contro nausea e mal di testa: versa 2 gocce in un fazzolettino di cotone e inspira profondamente per ritrovare una sensazione di benessere
  • Per capelli lucenti: aggiungi 3 gocce di olio essenziale di anice ad un cucchiaio dello shampoo che usi abitualmente e friziona delicatamente. Avrai capelli brillanti e allo stesso tempo andrai a riequilibrare il cuoio capelluto. Utilizzalo in sinergia con l’olio essenziale di rosmarino per stimolare la crescita dei capelli

CONTROINDICAZIONI

  • Evitare durante gravidanza e allattamento
  • Non utilizzare nei bambini di età inferiore ai 6 anni
  • Fai un test su una piccola porzione sana di pelle prima di impiegare quest’olio per altri usi, in modo da accertarti di non avere allergie (contiene limonene)
  • L’uso eccessivo può provocare stordimento, diminuzione della frequenza respiratoria, senso di euforia e torpori muscolari

NOTA DELLA PROFUMAZIONE

Cuore

ABBINAMENTO CON ALTRI OLI ESSENZIALI

Finocchio, chiodi di garofano, cardamomo, cipresso, zenzero, petitgrain, arancio dolce, pino.

Un abbraccio di luce positiva!

Deborah

Lascia un commento