olio-di-enotera

OLIO DI ENOTERA: L’ALLEATO DELLE DONNE

Hai mai provato l’olio di enotera? Ne conosci davvero tutti i benefici per la salute dell’organismo e della pelle?

Preparati, perché sto per svelarti tutto in questo articolo!

L’enotera (Oenothera biennis L.) è una pianta erbacea biennale che si eleva in altezza per circa 150 cm. Appartiene alla famiglia botanica delle Onagraceae ed è originaria del Nord America. Solo successivamente è stata introdotta anche in Europa e in molte altre parti del mondo.

I suoi fiori, composti da quattro petali, si colorano di un bel giallo vivace e sprigionano un aroma penetrante e inconfondibile.

I frutti invece sono costituiti da capsule contenenti i semi che sono numerosi e compressi.

Il nome Oenothera fu dato dal medico e botanico Linneo e deriva dal greco oinos (vino) e thèra (desiderio), indicando letteralmente “desiderio di vino”. Non a caso la radice di enotera era anticamente usata per aromatizzare alcuni vini.

L’enotera è comunemente conosciuta anche con i seguenti nomi: enagra comune, rapunzia, onagra, primula di sera e bella di notte.

È proprio dai semi che si ricava l’olio di enotera, un prezioso dono della natura soprattutto per le donne.

In commercio l’olio di enotera è reperibile online, nelle erboristerie o nelle farmacie sotto forma di capsule gelatinose.

OLIO DI ENOTERA – COMPOSIZIONE

L’olio di enotera è una fonte di benessere non solo per l’universo femminile, che tratteremo più in profondità tra poco, ma anche per gli uomini. Infatti è ricco di:

  • Acido gamma linolenico (il principio attivo più importante)
  • Acido linoleico
  • Acido oleico
  • Acido palmitico
  • Amminoacidi
  • Vitamine (soprattutto vitamina C)
  • Minerali (soprattutto potassio, ferro, calcio, zinco, magnesio, rame, manganese, fosforo)

Come puoi notare, l’olio di enotera contiene importanti acidi grassi essenziali (cioè che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare autonomamente) che devono essere necessariamente assunti con l’alimentazione. 

In caso di carenza o aumento del fabbisogno è utile assumere un integratore alimentare, proprio come l’olio di enotera oppure anche l’olio di borragine (che contiene anch’esso una buona quantità di acido gamma linolenico).

Ma a cosa serve l’olio di enotera nella pratica? Vediamolo subito!

I BENEFICI PER LA SALUTE

Antinfiammatorio

L’olio di enotera è un valido aiuto in caso di stati infiammatori sia a livello muscolare che articolare. Protegge inoltre le mucose di stomaco ed intestino contrastando la costipazione e riducendo l’infiammazione anche a carico del colon.

Antiossidante

L’enotera si contraddistingue per le sue componenti antiossidanti che proteggono il corpo dall’azione negativa dei radicali liberi e dell’invecchiamento precoce.

Sostiene il sistema immunitario

Grazie all’acido gamma linolenico, precursore delle prostaglandine E1, l’olio di enotera è un ottimo supporto per il sistema immunitario. Queste molecole infatti controllano diverse funzioni nel nostro organismo, stimolano il sistema immunitario e contrastano una proliferazione cellulare anormale. Agisce positivamente sul sistema nervoso regolando la corretta liberazione dei neurotrasmettitori.

Previene le malattie cardiache

Questo olio previene l’indurimento delle arterie rendendone le pareti elastiche. In questo modo diventa un alleato per la prevenzione delle malattie a carico dell’apparato cardiocircolatorio. Abbassa la pressione sanguigna e fluidifica il sangue, agendo da vasodilatatore.

Regola il colesterolo

L’olio di enotera riduce il colesterolo LDL e diminuisce il livello di trigliceridi nel sangue. Sembra inoltre in grado di mantenere stabili i livelli di insulina.

Migliora la fertilità maschile e femminile

Contrasta i disturbi alla prostata e sembra essere efficace anche per le cisti ovariche. Nelle donne inoltre agisce positivamente sul muco cervicale, indispensabile per la sopravvivenza degli spermatozoi e per agevolare il loro transito verso l’utero.

Previene l’osteoporosi

Può essere di supporto per la prevenzione dell’osteoporosi e lenire il dolore causato dall’artrite reumatoide.

I BENEFICI PER PELLE E CAPELLI

Antinfiammatorio per la pelle

Grazie al suo contenuto di acidi grassi essenziali, la rapunzia è un potente antinfiammatorio in grado di contrastare le infiammazioni della cute. Lenisce eczemi, psoriasi, pruriti e desquamazioni donando una pelle elastica e compatta. Lo stesso effetto sarà ben visibile anche sui capelli che saranno più lucenti e soffici sia alla vista che al tatto.

Leggi anche: Alimentazione e bellezza: la combinazione perfetta

Previene le rughe

Grazie al suo prezioso contenuto di antiossidanti l’enotera svolge una funzione anti-age in grado di distendere la superficie cutanea. A tal proposito puoi utilizzare l’olio spalmandolo sulla pelle oppure aggiungerlo alla tua abituale crema prima di metterti a letto. Con un po’ di costanza vedrai che al mattino inizierai a notare una pelle più compatta, elastica e decisamente nutrita.

Riduce l’acne

Quest’azione è dovuta sempre alla funzione antinfiammatoria svolta dai principi attivi contenuti nell’olio di enotera, in particolare agli omega 6 in grado di alleviare gli stati infiammatori che causano l’acne.

Cura i capelli

Anche sui capelli l’azione della rapunzia è ben evidente. Applicando una piccola quantità sui capelli umidi con un massaggio è possibile ottenere un’azione antinfiammatoria, lenire il prurito e stimolare la crescita. Allo stesso modo anche le unghie ne beneficeranno.

OLIO DI ENOTERA PER LE DONNE

Gli acidi grassi essenziali dell’olio di enotera sono precursori delle prostaglandine antinfiammatorie, particolarmente interessanti per la riduzione dei dolori associati al ciclo mestruale.

Non a caso la bella di notte è un olio indicato soprattutto per la salute femminile, proprio perché regola il ciclo mestruale, diminuisce i dolori associati alla dismenorrea e alla sindrome premestruale, aumenta le possibilità di concepimento e aiuta nel periodo della menopausa.

L’olio di enotera aiuta anche ad armonizzare l’aspetto psico-emotivo nelle donne. Quest’azione è dovuta agli sbalzi ormonali che si provano durante il ciclo mestruale e con la menopausa, provocando irritabilità, nervosismo o depressione.

CONTROINDICAZIONI

  • Evitare in caso di epilessia, schizofrenia e assunzioni di farmaci anticoagulanti
  • Evitare in gravidanza, allattamento e nei bambini

In generale è un rimedio sicuro, tuttavia può provocare alcune reazioni come mal di testa, nausea e diarrea. 

In caso di dubbio, patologie o assunzione di medicinali devi sentire il parere medico prima dell’assunzione di qualsiasi altro rimedio.

Un abbraccio di luce positiva!

Deborah

Lascia un commento