olio-di-carota

OLIO DI CAROTA FAI DA TE

  • Categoria dell'articolo:Corpo / Viso
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
  • Tempo di lettura:7 minuti di lettura

In questo articolo impariamo ad autoprodurre l’olio di carota, da cui ricaveremo anche una polvere che possiamo usare sia in cucina che in cosmetica

Perché le carote non sono solo buone e sane da mangiare, ma fanno anche tanto bene alla nostra pelle!

Le proprietà della carota sono infinite. Contiene antiossidanti, sali minerali, vitamine del gruppo B, vitamina C e soprattutto betacarotene, che il nostro organismo converte in vitamina A.

Tutti questi nutrienti fanno della carota un ortaggio prezioso per la salute (anche perché contiene davvero poche calorie), ma in particolare per il benessere della pelle.

Ecco perché imparare a realizzare in casa l’olio di carota diventa uno strumento meraviglioso per prenderci cura naturalmente della nostra cute.

Se vuoi vedere direttamente il video tutorial su YouTube fai click qui.

Tra l’altro se hai un piccolo orticello puoi coltivarle senza troppa fatica. Per saperne di più leggi l’articolo che abbiamo preparato per te facendo click nel link qui sotto.

Leggi anche: Carote: dalla semina alla raccolta

COME FARE L’OLIO DI CAROTA E LA POLVERE

INGREDIENTI:

  • 800 gr di carote già pelate
  • Olio di oliva q.b.
  • Vitamina E

PROCEDIMENTO:

  1. Grattugia le carote molto finemente
  2. Spremi le carote grattugiate in modo da far uscire tutto il loro succo così da poterle disidratare più velocemente (bevi il succo di carota immediatamente per un pieno di antiossidanti!)
  3. Metti le tue carote grattugiate e spremute in essiccatore o in forno ad una temperatura minima, senza assolutamente superare i 70°; ci vorranno circa 3 – 4 ore. Dopo qualche tempo ricordati di smuovere le carote in modo che l’essiccatura sia omogenea; alla fine dovranno risultare croccantissime
  4. Una volta essiccate completamente, lasciale raffreddare del tutto e trita una parte delle carote fino a ridurle ad una polvere fine
  5. Metti le restanti carote grattugiate ed essiccate all’interno di un barattolo di vetro pulito e copri con olio d’oliva; l’ideale sarebbe 1 parte di carote e 2 parti di olio, tuttavia dipende dalla concentrazione che vuoi ottenere: meno olio metterai più il prodotto finale sarà concentrato. L’importante è che l’olio copra completamente le carote
  6. Mescola il tutto, chiudi ermeticamente e applica un’etichetta che riporti il nome del prodotto e la data
  7. Fai macerare dalle 4 alle 6 settimane, avendo cura di scuotere il barattolo una volta al giorno
  8. Passato il tempo di macerazione, filtra il liquido in un contenitore possibilmente di vetro scuro e aggiungi qualche goccia di vitamina E per aumentarne la durata

Ricordati sempre di sterilizzare tutto il materiale prima di iniziare le tue preparazioni cosmetiche.

MODO DI UTILIZZO

L’olio e la polvere di carota sono due preparazioni che possono essere utilizzate in mille modi diversi.

La polvere ad esempio si può incorporare alle ricette del sapone fatto in casa, oppure creare una cremina con un idrolato per farne una maschera viso illuminante. Oppure ancora puoi utilizzarla per insaporire le tue pietanze in cucina o per fare un dado granulare fatto in casa insieme a cipolla e sedano anch’essi essiccati con lo stesso procedimento.

Un accorgimento importante: la carota una volta essiccata deve risultare del tutto fredda prima di iniziare a tritarla per creare la polvere. In caso contrario il mixer si riempirebbe dell’umidità rilasciata dal calore della carota e ciò potrebbe causare la comparsa di muffe.

Ovviamente la realizzazione della polvere è del tutto facoltativa. Trovo interessante creare due prodotti da uno stesso procedimento, ma se non ti interessa autoprodurla puoi semplicemente macerare tutte le tue carote in olio ed evitare questo passaggio. 

E allora…come utilizzare l’olio di carota?

Partiamo ricordando innanzitutto che puoi scegliere un altro olio vegetale per la macerazione. Io ho scelto quello d’oliva, ma nessuno ti vieta di utilizzare ad esempio un olio di mandorle dolci o di girasole. Se utilizzi un olio alimentare il vantaggio sarà che potrai utilizzare lo stesso prodotto anche per condire le tue insalate!

Puoi inoltre scegliere se fare la macerazione al buio oppure vicino ad una finestra dove prenda la luce dei raggi solari e lunari. Esistono diverse scuole di pensiero in merito, ti consiglio di sperimentare con quale tecnica ti trovi meglio. 

L’importante è ricordarsi di scuotere il barattolo una volta al giorno in modo da agevolare la dispersione dei principi attivi dalla carota all’olio. 

La vitamina E è totalmente facoltativa, ma aiuterà ad evitare l’irrancidimento dell’olio.

Puoi utilizzare questo prezioso olio macerato dalla vivace colorazione aranciata direttamente sulla pelle per un massaggio post doccia. Oppure lo puoi aggiungere ai tuoi saponi o incorporarlo ad una miscela insieme ad altri oli per creare un siero viso oleoso e nutriente adatto alla routine serale.

Ricorda che l’olio di carota è un potente antiage, grazie al betacarotene, quindi particolarmente indicato per la cura della pelle del viso. Ma non solo: è ottimo se utilizzato come doposole perché aiuta a prolungare l’abbronzatura.

La carota grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti revitalizza e rigenera la pelle. 

E allora perché non provi a fare anche tu l’olio di carota?

Un abbraccio di luce positiva!

Deborah

Lascia un commento