gomasio-come-prepararlo-in-casa

GOMASIO: COME PREPARARLO IN CASA

Lo sai che il gomasio è una fonte di benessere a 360°?

Si tratta di un condimento tipico della cucina asiatica usato come sostituto del sale. 

È un mix di semi di sesamo e sale integrale che non solo dona alle pietanze un sapore meraviglioso, ma lavora anche per la nostra salute.

Inoltre utilizzare il gomasio al posto del semplice sale ci permette di ridurre il consumo di quest’ultimo, con tutti i benefici che ne derivano.

Noi ci siamo avvicinati al gomasio da quando ho letto alcuni libri del dott. Berrino e, visto che la ricetta è davvero semplice oltre che rilassante da fare, abbiamo deciso di non acquistarlo più e di eseguirne la preparazione in casa.

Questo rende il gomasio ancora più benefico. Anche il momento della preparazione, come afferma il dott. Berrino, è un momento particolare: diventa quasi un rituale magico!

In commercio esistono diverse varianti di gomasio già pronte all’uso, ad esempio con l’aggiunta di erbe o alghe. Ma prepararlo a casa è così semplice che sono sicura che non lo comprerai più!

Inoltre farlo in casa ti permette di dosare il rapporto sale – semi di sesamo esattamente come tu preferisci, diminuendo l’uno a favore dell’altro ingrediente.

GOMASIO FATTO IN CASA

  • Bagna velocemente i semi di sesamo e falli tostare in una padella di acciaio, inizialmente a fuoco alto per poi abbassare la fiamma una volta che i semi si sono asciugati. Bagnare i semi è un passaggio che puoi anche omettere, ma ti permette di controllare la tostatura ed evitare di bruciarli
  • Tieni sempre i semi mescolati durante la tostatura e una volta pronti spegni il fuoco e lasciali raffreddare
  • In una padella a parte tosta il sale marino integrale grosso per circa 1 minuto, continuando a mescolare
  • Una volta che semi di sesamo e sale si sono raffreddati, trasferiscili in un mortaio e inizia con pazienza a schiacciare il tutto con un pestello di legno, ruotando e pestando continuamente
  • Il gomasio è pronto quando i semi di sesamo sono quasi completamente sbriciolati. Il risultato deve essere polveroso, ma non eccessivamente fine

Per il rapporto semi-sale, tieni presente che le prime volte dovrai fare dei tentativi per trovare la combinazione che più ti aggrada.

Solitamente per usarlo come condimento utilizzo un rapporto di 10 cucchiaini di semi di sesamo e 1 cucchiaino di sale grosso.

Ma ti consiglio di sperimentare il rapporto che maggiormente si adatta ai tuoi gusti.

E una volta pronto come si usa?

Utilizza il tuo gomasio per condire al posto del semplice sale, sul riso integrale, sulla pasta… Insomma lo puoi davvero mettere dove normalmente aggiungeresti il semplice sale!

Per conservarlo riponilo in un barattolo di vetro ben chiuso in frigorifero e consumalo nel giro di una settimana, in modo da non perdere tutte le qualità benefiche.

Preparane piuttosto una quantità inferiore e con maggior frequenza nel caso non riuscissi a consumarlo in tempo.

QUALI BENEFICI HA IL GOMASIO?

Utilizzare il gomasio non riduce solamente il consumo del sale, spesso in eccesso nella dieta perché già contenuto ad esempio nei formaggi, negli insaccati e in altri prodotti industriali.

Le proprietà dei semi di sesamo sono infatti numerose e usare il gomasio come condimento ci da l’opportunità di trarne tutti i benefici.

Leggi anche: Olio di sesamo: 1 ingrediente per 3 usi

  • Si tratta di un rimedio fortemente remineralizzante, grazie all’elevata quantità di sali minerali contenuta nei semi.
  • Aiuta a prevenire l’osteoporosi e a mantenere in salute le ossa, data la fonte di calcio di qualità del sesamo.
  • E’ un ottimo antiossidante e protegge il sistema nervoso
  • Riduce il colesterolo e favorisce la circolazione sanguigna
  • Aiuta ad alcalinizzare l’organismo


IN CONCLUSIONE

Nella tradizione lo strumento migliore per produrre il gomasio è il “suribachi“, un mortaio zigrinato che permette ai semi di sesamo di sfaldarsi al meglio.

Tuttavia in mancanza di questo puoi usare un semplice mortaio in legno, come faccio io. Evita di usare invece il mixer che oltre a disperdere parte delle proprietà degli ingredienti, non ti permette di godere del processo della preparazione come un vero rituale.

Mentre prepari il gomasio sentirai una profumazione particolare che si sprigiona dai semi tostati… non vorrai perderti questa magia?

Fai anche attenzione a non tostare troppo i semi per evitare la formazione di sostanze cancerogene, ma con l’accortezza di bagnarli prima vedrai che non avrai problemi!

Fammi sapere se utilizzi il gomasio come condimento e quali benefici hai potuto testare su te stesso!

Un abbraccio di luce positiva!

Deborah

Lascia un commento