come-rinforzare-i-capelli-17-rimedi-naturali

COME RINFORZARE I CAPELLI: 17 RIMEDI NATURALI

Sai come rinforzare i capelli in modo naturale e senza l’utilizzo di sostanze chimiche dannose? In questo articolo vediamo ben 17 rimedi naturali per ottenere capelli sani, lucidi e prevenire la caduta!

Per godere di una chioma brillante e di un cuoio capelluto in salute non serve utilizzare prodotti chimici che, anzi, danneggiano il capello. Esistono molti prodotti naturali in grado di donare risultati efficaci con un dispendio economico davvero minimo.

Insomma: minima spesa, massima resa!

Prodotti naturali per capelli: perché preferirli?

Se da una parte lavorare dall’interno è il primo passo da compiere per migliorare la salute della chioma, dall’altra anche utilizzare i giusti prodotti può fare la differenza.

Nell’articolo Caduta dei capelli: cause e 11 alimenti per prevenirla abbiamo visto quali sono i migliori cibi da consumare sia durante l’anno per rinforzare i capelli, sia nei periodi in cui si tende a perderne in maggior quantità, come in autunno. 

Se non l’hai già letto, ti consiglio di darci un’occhiata in modo da assicurarti fin da subito una corretta alimentazione per nutrire i follicoli piliferi dall’interno. I capelli per essere in salute hanno infatti bisogno di vitamine e minerali, nonché di proteine per poter mantenere la loro struttura.

Quando si inizia ad usare prodotti naturali per i capelli, la faccenda può farsi inizialmente complicata. 

Se generalmente per la pelle possiamo riscontrare fin da subito una differenza positiva derivante dall’applicazione di prodotti naturali, per la capigliatura potrebbe non essere proprio così. 

In particolare questo riguarda i prodotti per il lavaggio, perché siamo abituati a pensare che solo se vediamo tanta schiuma il potere lavante è alto. Concetto assolutamente errato. Ma ci vuole un po’ di tempo per abituarsi a lavarsi con prodotti poco o per nulla schiumogeni.

Quando si tratta di iniziare ad usare prodotti naturali per i capelli dobbiamo metterci nell’ottica di dare il tempo necessario alla chioma di abituarsi, senza pretendere risultati immediati.

Questo perché la cheratina, cioè la sostanza di cui il capello è composto per la maggiore, è molto rigida. E così come ci vogliono diversi anni prima che le sostanze chimiche si depositino fino a danneggiarla, allo stesso modo una volta che vengono assorbite è altrettanto difficile rigenerarla

Ecco perché se è da molti anni che fai tinte chimiche, decolorazioni, utilizzi lacca o prodotti industriali sia per i lavaggi che per i trattamenti, dovrai avere la proporzionale pazienza per ripristinare i capelli danneggiati.

Detto ciò, una volta disintossicati i capelli, vedrai che non solo riuscirai a risparmiare un bel po’ di soldini, ma anche che la tua capigliatura sarà più viva, lucida e libera da quelle sostanze tossiche che rivestono il capello fino a indebolirlo inevitabilmente.

Con pazienza e costanza tutto è possibile.

Ma ora passiamo alla parte pratica!

Come rinforzare i capelli usando prodotti naturali

Di seguito ti lascio una lista dei 17 migliori rimedi della nonna per rinforzare i capelli con i relativi consigli per l’utilizzo.

Aloe vera

Il gel ottenuto dalle foglie di Aloe vera è un meraviglioso idratante e riparatore delle fibre. Adatto a tutte le capigliature, risulta estremamente utile soprattutto per i capelli secchi e sfibrati proprio per la sua incredibile capacità di penetrare a fondo e di riparare i tessuti danneggiati.

Puoi applicare il gel di Aloe vera sotto forma di impacchi pre-shampoo, coprendo sia il cuoio capelluto, dove agirà anche da antimicotico, che le lunghezze. Lascia seccare il gel e quindi passa al lavaggio con un shampoo naturale. Questo rimedio eclettico è ottimo anche utilizzato al posto di gel e lacca per una piega perfetta, ma anche nutriente!

Tè verde

Contiene antiossidanti preziosi non solo per tutto l’organismo se assunto per via interna, ma anche per cute e capelli se applicato a livello locale. Sulla chioma il tè verde non solo aiuta a fortificare i capelli, ma anche a farli crescere più rapidamente.

Puoi utilizzare il tuo tè verde freddo come ultimo risciacquo dopo lo shampoo, un paio di volte alla settimana.

Olio al rosmarino

Il rosmarino è una delle piante officinali migliori in assoluto per trattare i capelli sottili e prevenirne la caduta. Puoi fare in casa un oleolito di rosmarino usando sia il metodo a caldo che a freddo. In alternativa anche l’ olio essenziale da aggiungere a shampoo o oli da massaggio è davvero ottimo.

Una volta pronto il tuo olio al rosmarino, applicalo su tutto il cuoio capelluto con un leggero massaggio per stimolare la circolazione sanguigna e fortificare i capelli dalla radice. Poi passa al normale lavaggio. 

Il rosmarino tende a scurire leggermente, quindi se hai i capelli chiari sarebbe da evitare o da usare comunque con parsimonia, eventualmente prediligendo l’olio essenziale di rosmarino per godere comunque delle sue proprietà.

Ortica

Questa pianta è ricca di importanti minerali, come ferro, calcio e magnesio, indispensabili per capelli forti e resistenti. Oltre a consumarla sotto forma di infusione e imparare ad introdurla nelle pietanze, anche l’applicazione topica di estratti di ortica è ottima per rinforzare i capelli e prevenirne la caduta.

Puoi procedere così come per il tè verde, semplicemente preparando l’infusione e versandola come risciacquo finale sulla capigliatura.

Un prodotto molto valido che ho preparato e che uso spesso è la Lozione anticaduta capelli fai da te, fatta con la sinergia tra Ortica e Ginkgo biloba.

Se vuoi vedere il video tutorial su YouTube puoi fare click sul seguente link: Lozione anticaduta capelli fai da te.

Albume d’uovo

L’albume dell’uovo è un vero toccasana per il capello, proprio perché ricco di proteine che vanno a fortificare i follicoli piliferi e le fibre indebolite.

Puoi sbattere quattro albumi e applicare su tutto il cuoio capelluto con movimenti circolari. Lascia riposare per mezz’ora e quindi risciacqua molto bene per eliminare ogni residuo.

Se vuoi rinforzare l’impacco, sbatti due albumi e miscela con un infuso ben concentrato di rosmarino. Applica sul cuoio capelluto e sulle lunghezze per mezz’ora e risciacqua con abbondante acqua. Se ti è avanzata un po’ di infusione, puoi usarla come ultimo risciacquo: vedrai i capelli risplendere di una lucentezza incredibile! 

Se i capelli sono biondi è meglio optare per la camomilla al posto del rosmarino.

Olio di ricino

Tra tutti gli oli vegetali l’olio di ricino è sicuramente il più adatto per rinforzare i capelli. Combatte anche la seborrea e previene la caduta. Fin dai tempi più antichi quest’olio veniva utilizzato per la cura della pelle, ma soprattutto della chioma. Questo perché è in grado di riparare le fibre danneggiate e di nutrire in profondità il capello.

Prima del lavaggio puoi riscaldare leggermente tra le mani una buona dose di olio di ricino e massaggiare su tutto il cuoio capelluto con movimenti circolari. Copri la testa con un asciugamano caldo e lascia agire per almeno mezz’ora prima di fare lo shampoo. Ricorda che più lo lasci agire e meglio è.

Olio di cocco

Un altro olio vegetale indicato per rinforzare i capelli è l’olio di cocco. Riequilibra il pH del cuoio capelluto, restituendo la corretta idratazione. Dona lucentezza, vitalità e rende i capelli più spessi.

Nella stagione più fredda si presenterà solido, ma è sufficiente riscaldarlo leggermente a bagnomaria per renderlo liquido e usarlo su tutta la capigliatura prima dello shampoo.

Puoi anche creare una base di olio miscelando olio di oliva, di cocco e di ricino, arricchita con olio essenziale di rosmarino per impacchi ancor più efficaci ed una salute dei capelli visibilmente migliore.

Cassia obovata

Chiamata anche “hennè neutro“, la Cassia obovata è venduta sotto forma di polvere fine, spesso da miscelare negli impacchi coloranti realizzati con erbe tintorie. Si tratta di un condizionante naturale, ottimo sui capelli deboli perché li fortifica, andando anche a purificare il cuoio capelluto.

Se hai i capelli rovinati da tinture chimiche o calore eccessivo vedrai quanto un impacco con la Cassia obovata può fare la differenza!

Puoi preparare l’impacco aggiungendo alla polvere della semplice acqua tiepida, applicando su cuoio capelluto e lunghezze. Copri con un asciugamano caldo e lascia agire per un’ora prima di risciacquare. 

Ricorda che perché faccia effetto i capelli dovranno essere stati lavati da non più di un giorno, perché il sebo interferisce con la sua azione.

Semi di lino

Dai semi di lino, ricchi di mucillagini, si ricava un gel che è strepitoso per i capelli, anche quelli grassi perché non unge.

Per prepararlo versa una tazza di acqua su due cucchiai di semi di lino, copri e lascia a riposare in ammollo per almeno 8 ore in frigorifero. Quindi filtra il gel che si sarà formato e usalo su tutti i capelli. 

Alcune ricette prevedono di farlo bollire per qualche minuto, ma così facendo perderà parte delle proprietà. Se vuoi un gel più corposo, aumenta di un cucchiaio la dose dei semi di lino. 

Si conserva in frigorifero per circa una settimana. Applicalo prima dello shampoo e lascialo agire il più possibile. Lo puoi usare anche come fissante naturale.

Amla

Si tratta di un’ erba ayurvedica usata fin dai tempi antichi per la cura di pelle e capelli, grazie al suo prezioso contenuto di antiossidanti, minerali e vitamina C. Ottima per rinforzare i capelli, purificare il cuoio capelluto, stimolare la crescita, nonché uno dei migliori rimedi naturali contro la caduta dei capelli.

Puoi creare una crema miscelando la polvere di Amla con acqua calda e applicare dopo lo shampoo su tutto il cuoio capelluto, lasciando in posa e coperto con un asciugamano per venti minuti. Quindi risciacqua con sola acqua tiepida.

In commercio esiste anche l’ olio di Amla già pronto, oppure lo puoi fare in casa miscelando una parte di polvere con due parti di olio, ad esempio di cocco. Metti il tutto a bagnomaria e fai sobbollire per circa tre ore, quindi filtra e lascia raffreddare prima di applicare. Se vuoi prepararlo a freddo devi lasciar macerare il tutto per circa 20 giorni prima di filtrare. 

L’ olio di Amla va applicato prima dello shampoo, sia sulle radici che sulle lunghezze.

Equiseto

Ricco di minerali, tra cui spicca il silicio, l’Equiseto è di aiuto soprattutto in caso di capelli fragili, diradamento e alopecia.

Oltre ad essere ottimo per uso interno se assunto come tisana, puoi preparare un decotto facendo bollire 60 gr di Equiseto in un litro di acqua per mezz’ora. Quindi lascia raffreddare, filtra e utilizza il decotto come ultimo risciacquo dopo lo shampoo.

Bardana

La radice di Bardana è un valido purificante e sebo-regolatore, sia per la pelle che per i capelli. Grazie alla sua azione riequilibrante è adatta sia per le chiome grasse che secche ed è in grado di combattere la caduta dei capelli.

Puoi preparare un decotto con un cucchiaio di radice in mezzo litro di acqua, lasciar raffreddare e frizionare delicatamente sul cuoio capelluto.

Cipolla

Certo, l’odore non è il massimo. E infatti dopo averla applicata sui capelli ti consiglio di fare l’ultimo risciacquo con acqua e limone per eliminare qualsiasi residuo. Ma non potevo non nominare le virtù della cipolla! 

Rinforza i capelli, li rende setosi e ne contrasta la caduta.

Spremi il succo di una cipolla e applicalo sul cuoio capelluto, lasciando a riposare per mezz’ora. Poi passa allo shampoo e al risciacquo con acqua e limone.

Carota

Ricca di betacarotene e quindi molto benefica per la struttura del capello, la carota può essere sfruttata anche per via esterna.

Basta spremere il succo di carota e applicarlo direttamente sul cuoio capelluto. I capelli risulteranno subito lucidi, brillanti e pieni di vitalità.

Salvia

Riconosciuta stimolante della circolazione sanguigna, la Salvia è ottima utilizzata anche sul cuoio capelluto per rinforzare i capelli, prevenendone la caduta e limitando i capelli bianchi.

Puoi fare un’infusione con un pugnetto di foglie di Salvia per un litro di acqua, lasciar raffreddare e usare per frizioni sul cuoio capelluto o come ultimo risciacquo dopo lo shampoo. 

Fai attenzione se hai i capelli biondi perché tende a scurirli uso dopo uso.

Cappuccina

L’erba Cappuccina (Tropaeolum majus) oltre ad essere un potente antibiotico naturale, espettorante e stimolante, è anche valida per contrastare la caduta dei capelli e favorire la crescita.

Si utilizza l’intera pianta, quindi foglie, fiori e semi. Puoi triturare 200 gr di pianta con un mortaio, quindi coprire con alcool a 90° e far macerare per due settimane in un luogo buio e asciutto. Poi filtra e friziona la lozione sul cuoio capelluto. I follicoli piliferi ritroveranno la vitalità perduta e la crescita sarà così stimolata.

Noce

Le foglie di Noce sono ottime per fare risciacqui e frizioni sulla capigliatura per mantenere i capelli lucidi e soffici.

Puoi fare un decotto con due manciate di foglie in due litri di acqua da far bollire per 15 minuti. Quindi lascia raffreddare e filtra il liquido. Usalo come ultimo risciacquo dopo lo shampoo oppure per frizioni pre-shampoo da lasciar agire per 20 minuti. 

Il decotto avanzato può essere conservato in frigorifero per qualche giorno. Questo rimedio tende a scurire i capelli, quindi non utilizzarlo se sei bionda.

Conclusioni

Se stavi cercando dei rimedi naturali su come rinforzare i capelli, ne hai a disposizione davvero un’infinità come hai potuto vedere da questa piccola lista!

Ti consiglio di trovare la tua routine personale sperimentando quali sono gli ingredienti che più si adattano alla tua chioma.

In ogni caso un massaggio praticato quotidianamente, anche senza prodotti, può fare la differenza se eseguito con costanza. Non dimenticarlo se vuoi rinforzare i capelli!

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo nei social o lasciami un commento.

Un abbraccio di luce positiva!

Deborah

Lascia un commento