caduta-dei-capelli-cause-e-11-alimenti-per-prevenirla

CADUTA DEI CAPELLI: CAUSE E 11 ALIMENTI PER PREVENIRLA

Ultimamente stai notando una caduta dei capelli più corposa del solito? Non allarmarti! 

In questo articolo ti spiego le principali cause e i cibi migliori per prevenire la caduta.

Sai quanti capelli si perdono al giornoNormalmente perdiamo al massimo 100 capelli al giorno circa. Ci sono però periodi, in particolare durante l’ autunno, in cui i capelli cadono in maggior quantità. 

Notare quindi i capelli che cadono non per forza deve essere un campanello d’allarme.

Prima di passare alle cause di questo processo, che se entro i limiti è del tutto fisiologico, cerchiamo di capire brevemente il ciclo vitale del capello. In questo modo avrai le idee più chiare per valutare la tua situazione.

Il ciclo vitale dei capelli

Il capello si forma a partire dal follicolo pilifero, dentro il quale vi è il bulbo pilifero, ovvero la parte che contiene numerose cellule preposte alla proliferazione del capello stesso.

Ogni capello ha una vita che dura mediamente dai tre ai cinque anni. In genere i capelli crescono da 1 a 1,5 cm al mese. Una volta giunto al termine del suo ciclo vitale, il capello viene sostituito da quello nuovo che si è formato proprio dallo stesso follicolo pilifero. 

Ciò significa che in condizioni ideali tutti i capelli “vecchi” vengono rimpiazzati da quelli “nuovi”.

In sostanza il ciclo di vita dei capelli si sviluppa in tre fasi:

1. Anagen, che è la fase di crescita attiva;

2. Catagen, che è il periodo di involuzione in cui il capello formato va verso gli strati più superficiali; dell’epidermide

3. Telogen, che corrisponde alla fase di riposo e di successiva caduta.

Ecco spiegato in breve il motivo alla base della caduta fisiologica dei capelli.

Tuttavia ci sono dei periodi o delle condizioni particolari che portano ad una caduta anomala, facendoci spesso preoccupare.

Perciò vediamo quali sono le cause di questo fenomeno.

Caduta dei capelli: cause

  • Stress, sia fisico che mentale
  • Alimentazione sbilanciata
  • Mancanza di minerali e vitamine
  • Predisposizione genetica e invecchiamento
  • Affezioni del cuoio capelluto, come dermatiti
  • Sovraccarico di tossine nel corpo
  • Anemia e flusso mestruale eccessivamente abbondante
  • Problemi alla tiroide e squilibri ormonali
  • Uso di prodotti troppo aggressivi, calore e tinte chimiche

Oltre a queste cause principali, che comportano una caduta patologica e non più fisiologica, esiste anche una perdita di capelli stagionale dovuta soprattutto al cambiamento delle ore di luce durante la giornata. 

In particolare è in autunno che potremmo accusare una perdita dei capelli più consistente. Ma anche durante la primavera e a volte in estate può accadere di perdere più capelli del solito.

Perciò se in questi momenti dell’anno noti una presenza consistente di capelli sparsi sul cuscino o aggrovigliati sulla spazzola dopo averli pettinati, la cosa non dovrebbe spaventarti più di tanto. Soprattutto se la perdita rimane circoscritta per poche settimane, ripristinandosi poi in maniera del tutto naturale. La causa della caduta in questo caso è, come abbiamo visto, del tutto normale e fisiologica.

Ma cosa fare se la caduta dei capelli è evidente tutto l’anno?

Invece se la perdita si mantiene costantemente abbondante anche nel corso degli altri mesi, ti consiglio di valutare se sia il caso di lavorare su alcune delle cause che ti ho descritto sopra ed eventualmente consultare uno specialista per fare le dovute analisi e affrontare il problema alla radice.

Spesso è sufficiente rivedere l’alimentazione e lo stile di vita in generale, in particolare quelle condizioni che provocano stress, per risolvere questo tipo di disturbo prima che si verifichi un vero e proprio diradamento dei capelli o la comparsa di calvizie.

In caso di perdita costante dei capelli, può essere che anche le unghie si presentino fragili o con qualche irregolarità. Unghie e capelli sono infatti entrambi composti per la maggior parte da cheratina e tenere sotto controllo anche lo stato delle unghie è un buon metodo per capire se si soffre di qualche carenza.

Per approfondire l’argomento puoi leggere l’articolo Unghie forti: i migliori alimenti da assumere.

Tra poco ti darò qualche consiglio dal punto di vista dell’alimentazione per prevenire la caduta dei capelli, specificando quali sono i cibi più adatti per risolvere il problema.

Tieni presente che per tenere sotto controllo la perdita di capelli è bene curare la capigliatura durante tutto l’arco dell’anno, sia per via interna che topica. In questo modo arriverai alla stagione autunnale con un cuoio capelluto sano e capelli rinforzati dalla radice, favorendo così il fisiologico ricambio.

Alimenti contro la caduta dei capelli

L’alimentazione riveste, come sempre del resto, un ruolo fondamentale per prevenire la perdita dei capelli. Infatti come abbiamo visto tra le cause di questo disturbo può esserci alla base proprio una carenza di nutrienti.

Per godere di capelli sani e forti, i minerali e le vitamine indispensabili sono:

  • Vitamine del gruppo B, vitamina A e C
  • Magnesio
  • Zinco
  • Selenio
  • Ferro

Di seguito ti lascio una lista degli alimenti ricchi di questi nutrienti che ti possono aiutare per combattere la caduta dei capelli, andando così a fortificarli dall’interno.

Sono alimenti che è bene includere a rotazione nel proprio regime alimentare, spingendo un po’ di più in quei periodi in cui noti una perdita di capelli più consistente, come appunto durante i cambi di stagione.

Uova

Le uova sono un’importante fonte di proteine e di biotina, quest’ultima in particolare essenziale per la produzione di cheratina (di cui sono composti i capelli). Sono inoltre ricchi di zinco, selenio e vitamina A. Non solo per uso interno, ma anche applicate sue capelli le uova possono fare molto per contrastarne la caduta.

Spinaci

In generale tutte le verdure a foglia verde scuro sono estremamente benefiche, e non solo per la caduta dei capelli. Ma in particolare gli spinaci contengono grandi quantità di ferro, vitamine A e C. La vitamina A è utile per regolare la produzione di sebo, favorendo così una corretta idratazione del cuoio capelluto.

Pesce grasso

Fonte preziosissima di omega 3, il pesce grasso come lo sgombro è ricco anche di selenio, vitamine del gruppo B e proteine. Tutte sostanze importanti per promuovere la crescita sana del capello. Anche ostriche e gamberetti possono aiutare a prevenire la caduta.

Carote e patate dolci

Entrambi fonti di betacarotene che l’organismo converte poi in vitamina A. In generale tutte le verdure e la frutta di colore arancione, come la zucca e i cachi, forniscono questa vitamina utile a contrastare la caduta dei capelli evitando la regressione dei follicoli piliferi.

Noci

Ricche di omega 3, zinco, vitamine del gruppo B e vitamina E, le noci sono un valido aiuto per rinforzare i capelli e per prevenirne la caduta. Anche le mandorle sono un ottimo alleato.

Fiocchi d’avena

Ideali sia per colazione, ma anche per essere aggiunti a zuppe e insalate, i fiocchi d’avena sono un alimento leggero, ma allo stesso tempo molto nutriente. Contengono ferro, fibre e zinco che promuovono una crescita sana dei capelli.

Soia

La spermidina contenuta nella soia sembra prolungare la fase anagen del capello, che è la fase di crescita attiva. La soia può essere utile in particolare durante la menopausa, dato il suo elevato contenuto di fitoestrogeni che compensano il calo estrogenico che avviene in questa tappa di vita della donna.

Miglio

Questo cereale è ricco di amminoacidi essenziali, acidi grassi, minerali e vitamine che rallentano la caduta dei capelli e favoriscono la produzione di collagene ed elastina. Inoltre grazie al grande contenuto di acido salicilico stimola la crescita dei capelli.

Frutti rossi

Sono potenti antiossidanti che aiutano quindi a proteggere i follicoli piliferi dai danni provocati dai radicali liberi. La vitamina C, di cui sono ricchi questi frutti, viene utilizzata dal corpo per la sintesi del collagene, una proteina indispensabile per rinforzare i capelli.

Cannella

Una spezia che non dovrebbe mai mancare nei nostri piatti. Per i capelli migliora la circolazione sanguigna e favorisce l’ossigenazione dei follicoli piliferi. Con conseguente aumento della crescita e miglioramento del ricambio cellulare.

Equiseto

Ricchissimo di minerali, in particolare di silicio, l’equiseto è uno dei migliori alleati per i capelli. Non solo da assumere sotto forma di tisana o decotto, ma anche a livello topico. Può aiutare anche in caso di alopecia.

Abbinare a questi cibi anche dei rimedi naturali da applicare a livello topico con una certa costanza ti permetterà di vedere i tuoi capelli sani, lucidi e vitali. Ti consiglio di leggere l’articolo dedicato ai rimedi della nonna per rinforzare i capelli, prevenendone la caduta.

Leggi anche: Come rinforzare i capelli: 17 rimedi naturali

I consigli in più

Oltre a sapere cosa mangiare per rinforzare i capelli e a mantenere uno stile di vita adeguato, ci sono alcuni accorgimenti che puoi adottare per prevenirne la caduta, evitando anche che si presentino fragili e mantenendo così un’ottimale salute dei capelli.

Lascia i capelli sciolti per un tempo il più lungo possibile

Certo, in estate potrebbe essere complicato. Lo so bene visto che sono ormai molti anni che porto i capelli lunghi fino a metà schiena. Nei momenti in cui soffri di più il caldo opta per raccoglierli con una treccia morbida ed evita in ogni caso code o pettinature che tirano, così come di legarli troppo stretti.

Usa un pettine di legno o una spazzola in setole naturali per pettinare la chioma

Spazzolare i capelli numerose volte non danneggia i capelli, come invece si tende a credere. Al contrario previene l’ostruzione dei pori proprio perché si va a distribuire in modo uniforme il sebo dalla radice alle lunghezze.

Dopo il lavaggio non sfregare la chioma con l’asciugamano

Quando sono bagnati i capelli sono in un momento particolarmente delicato, quindi tamponali e avvolgili con un asciugamano in microfibra per assorbire l’eccesso di acqua.

Evita il più possibile l’ utilizzo del calore, come piastra e phon

D’estate preferisci sempre un’asciugatura all’aria e quando fa più freddo usa la temperatura più bassa del phon. Se usi i giusti prodotti naturali adatti per il tuo tipo di capelli non avrai difficoltà a gestirli anche se non fai la piega con spazzola e phon e se non usi altri strumenti di tortura (te lo dice una che utilizzava quasi tutti i giorni la piastra!).

Prova a dare una possibilità alle erbe tintorie al posto delle colorazioni chimiche

Le tinte chimiche danneggiano i capelli, a volte in modo irreversibile, per cui si rende necessario tagliarli drasticamente.

Massaggia tutti i giorni il cuoio capelluto con i polpastrelli facendo delicati movimenti circolari

Anche senza prodotti il massaggio è un ottimo stimolante della circolazione, che rinforza i capelli e ne promuove la ricrescita.

Conclusioni

Questi semplici accorgimenti possono essere messi in pratica durante tutto l’anno. Tuttavia se proprio non riesci a liberarti di qualche “cattiva abitudine” prova a seguirli almeno nei periodi in cui noti che la caduta dei capelli diventa più massiccia, così da evitare il peggioramento della situazione. Ricorda che questi suggerimenti sono generali e pertanto validi per i capelli grassi, ma anche per i capelli fini e sottili.

Puoi anche valutare l’idea di assumere integratori per la caduta dei capelli. In commercio trovi diverse formulazioni che puoi scegliere in funzione delle tue esigenze.

Al di là dei suggerimenti pratici, ricordati però che l’aspetto emotivo gioca sempre un ruolo fondamentale. Se il tuo sistema nervoso è costantemente sotto pressione una delle conseguenze che possono manifestarsi è proprio la perdita dei capelli. Questo avviene perché alla lunga si crea una contrazione dei vasi sanguigni che non sono più in grado di nutrire in modo adeguato il bulbo, provocando una massiccia perdita dei capelli.

Quindi, oltre a mettere in pratica i consigli appena visti, nel caso non si tratti di una fisiologica caduta stagionale, prova a chiederti se il disturbo possa derivare da uno squilibrio emotivo.

Se ti hai trovato utile questo articolo fammelo sapere condividendolo nei social o lasciandomi un commento 🙂

Un abbraccio di luce positiva!

Deborah

Lascia un commento